FANDOM


Silvano Rogi
[1]Da sinistra: Silvano e Patti.
Universo Camera Café
Soprannome

Silvy[1]

1ª app. in prima stagione
Interpretato da Alessandro Sampaoli
Sesso Maschio
Data di nascita 13 agosto 1974
Professione capo contabile
Parenti

Alessandra Rogi (madre)

« Togo! »
(Silvano Rogi)

Silvano Rogi è un personaggio della sitcom Camera Café; ha 30 anni ed è l'imbranato contabile dell'azienda. È interpretato da Alessandro Sampaoli.

Biografia [modifica]Modifica

Arrivato 6 anni fa in azienda dopo essersi laureato in economia con il massimo dei voti, Silvano è la classica vittima del mobbing: anche se è ormai un uomo adulto, è costantemente sottomesso e malmenato dai colleghi a causa del suo debole carattere e dalla passiva personalità. Infatti, vive ancora con la mamma, a cui finanzia varie e periodiche operazioni di chirurgia estetica e con la quale passa spesso le serate chiuso in casa a giocare a delle "grandiose" partite a Scarabeo, gioco di cui è il campione regionale[2], spesso in compagnia dell'anziana vicina di casa, la signora Bollini.

Proprio la mamma di Silvano sembra essere la causa principale della sua goffaggine: è iperprotettiva nei suoi confronti, e questo suo atteggiamento non ha fatto altro che mettere il figlio in ridicolo in ogni situazione, fin da bambino[3]. Ne è la dimostrazione il fatto che, quando sua madre fuggì in India per amore, finalmente uscì fuori il "vero" Silvano, ovvero l'esatto opposto di quello represso dalla madre: abbronzato, affascinante, furbo e abile (tanto da battere sulla spalla di Andrea senza che questi dicesse niente, come fossero amici), capace di ricattare il direttore e di provarci in maniera sfacciata con Anna ed Alex, ma al ritorno di sua mamma in città, purtroppo per Silvano le cose tornarono irrimediabilmente come prima[4]. Per quanto riguarda suo padre, più volte nel corso della serie ha dichiarato che è morto (tuttavia in alcune occasioni afferma che i suoi genitori sono semplicemente separati[5][6]).

Oltre che sul ruolo da saputello perfettino, il suo personaggio gioca sulla relazione con Patti, l'impiegata più brutta dell'ufficio, e anche per questo viene sovente preso in giro dai colleghi (che li implorano di non riprodursi "per il bene dell'umanità"); infatti Silvano, a dispetto dell'età, è ancora vergine. La coppia Patti-Silvy (come viene affettuosamente chiamato da lei) sembra dimostrare la veridicità del detto "gli opposti si attraggono": Silvano è decisamente fedele (anche se non gli sono mai mancate le occasioni di lasciare Patti per una donna molto più intelligente ed affascinante, lui ha sempre rifiutato per rispetto verso la collega[7], e soprattutto, per lui ogni cosa riguardante il sesso è un tabù[8]. Patti con lui è invece alle volte un poco infedele, gelosa (non si fa problemi a malmenarlo se guarda altre donne) e decisamente priva di inibizioni, tant'è che spesso si ritrova a flirtare apertamente con lui, lanciandogli chiari messaggi che inevitabilmente Silvano non coglie mai.

Capro espiatorio di ogni sventura, Silvano è vittima degli sfruttamenti degli impiegati più forti, Luca e Paolo in primis[9][10][11], i quali molte volte si divertono ad organizzare in ufficio degli elaborati scherzi per prenderlo in giro[12][13][14][15], e occasionalmente si ritrova anche succube delle violenze di Andrea, l'autista e guardia del corpo del presidente[16], anche se in realtà Silvano è stato l'unico in azienda che in un'occasione ha "osato" sfidare proprio Andrea per le sue prepotenze[17].

Ama i documentari, e conosce tutto del regno animale[18]. Inoltre, nonostante l'età, è un grande fan de I Puffi e di Ufo Robot, tant'è che le sue canzoni preferite sono la sigla de I Puffi e Il valzer del moscerino di Cristina D'Avena[19].

Oltre allo Scarabeo e al Meccano, Silvano eccelle in tutte le attività riguardanti logica e calcolo: è un fortissimo giocatore di scacchi, di cui dice di poter calcolare fino a 30 mosse in anticipo[20], e sa risolvere il cubo di Rubik in pochi secondi[21]; ma la sua passione più grande è la contabilità (tramandatagli dal padre), che dimostra con le sue eccezionali abilità nel calcolo mentale, talmente precise e veloci da battere anche la calcolatrice[22]. D'altro canto, la contabilità è la professione di tutti i Rogi da generazioni e generazioni: Silvano racconta che suo nonno fece harakiri dopo aver sbagliato uno storno passivo[23], che suo zio, contabile in una impresa di pompe funebri, fu cremato dopo essersi "erroneamente" appisolato all'interno di una bara[24], e ancora che suo padre morì investito da un camion mentre praticava il suo hobby preferito, ovvero contare tutte le auto bianche che passavano sotto casa[25].

Di contro a questa sua abilità con i numeri, Silvano è invece una vera frana nel bricolage: nonostante si ritenga un grande esperto di fai da te, gli basta soltanto collegare una innocua presa per finire fulminato[26][27][28], e tutti i suoi tentativi di aggiustare qualcosa di rotto finiscono sempre per provocare qualche catastrofe in azienda[29][30][31][32][33]. Una sola rarissima volta gli è capitato di attaccato una spina elettrica senza venire fulminato, anche se poi non ci sono state comunque delle "belle" conseguenze[34].

Nei primi tempi dava l'idea di essere un po' più indisponente con gli altri, e fingeva di avere un'intensa vita sociale fuori dall'ufficio, ma ben presto i colleghi lo sbugiardano e lo inquadrano definitivamente. Per ottenere qualcosa da Silvano è sufficiente renderlo parte del gruppo[35][36]: questo Luca e Paolo lo sanno bene, e infatti, con la promessa di portarlo con loro al Cucaracha (un famoso locale a luci rosse della città), i due riescono ad avere sempre rimborsi in note spese e favori di ogni tipo[37].

Seppur, come detto prima, sia un ragazzo abbastanza debole e facilmente malmenabile, alcune volte Silvano ha dimostrato di saper scatenare una forza bruta, arrivando anche a picchiare brutalmente Luca[38][39][40], Andrea[41][42], Paolo[43][44], Patti[45][46], Pippo[47] e De Marinis[48]. Questo avviene quando gli vengono toccate cose a lui care o importanti, come la sua mamma. Spesso è talmente stanco dei continui torti subiti che, in un'occasione, non si è fatto scrupoli a minacciare Luca e Paolo addirittura con la pistola di Vittorio[49]; in un altro episodio invece ha addirittura fatto saltare in aria l'auto di Andrea, un po' per vendetta, un po' per coprire un suo danno fatto ad essa[50].

Nonostante i numerosi scherzi, a volte Luca e Paolo gli si dimostrano amici, aiutandolo nel suo rapporto con Patti[51][52] e in altre situazioni per lui problematiche[53].

Si esprime sempre con l'espressione «togo!» per indicare una cosa che gli piace (quando tutti gli altri direbbero «figo!»), ma spesso i colleghi criticano questo particolarissimo "motto" perché giudicato fastidioso e troppo infantile[54].

Pur essendo "legato" a Patti, nel corso degli anni Silvano ha incredibilmente ricevuto avance più o meno serie da parte di Jessica[55][56], Giovanna[57], Titti[58] e Alex[59]; con quest'ultima, tra l'altro, c'è stato anche un bacio[60], anche se lui e i suoi colleghi hanno sempre negato che si sia mai baciato con una donna. Ha avuto anche una "storia" con Lorenza, un travestito amico di Pippo; tra i due, tra l'altro, ci sarebbe stato pure un bacio, ma Silvano ha cercato subito di dimenticare questa storia, e anche i suoi colleghi non menzionano mai questo fatto tra la lista dei suoi "disastri". In un'altra occasione Silvano ha invece passato la notte a casa di Gaia per finire con lei un importante lavoro per l'azienda (almeno ufficialmente), ma su quello che sia successo realmente tra i due restano molti misteri.

Dopo la mancata fusione, Silvano sta per diventare genitore insieme a Patti, incinta.